Riflessioni sul Vangelo di abato 23 gennaio
Santuario Basilica Nostra Signora di Montallegro sito ufficiale Rapallo

Riflessioni sul Vangelo di abato 23 gennaio

Sabato 23

È matto Gesù, siamo sinceri. Fuori come un balcone, pazzo da legare. Non si risparmia, dedica tutto il suo tempo all’annuncio del Regno. Si dimentica di mangiare in un tempo in cui mangiare era privilegio di pochi. È matto perché contraddice il nostro modo di vivere, di intendere la religione, di vedere noi stessi.E’ matto perché mette gli altri nel mezzo, le loro priorità al centro delle proprie scelte. Proclama "beati" coloro che donano la loro vita per gli altri. Se decidete di seguire questo folle, amici, non spaventatevi se qualcuno, prima o poi, avrà da ridire sulle vostre scelte poco condivise...  

 Mc 3,20-21
Gesù entrò in una casa e si radunò di nuovo attorno a lui molta folla, al punto che non potevano neppure prendere cibo.
Allora i suoi, sentito questo, uscirono per andare a prenderlo; poiché dicevano: “È fuori di sé”.