Riflessioni sul Vangelo di sabato 16 ottobre
Santuario Basilica Nostra Signora di Montallegro sito ufficiale Rapallo

Riflessioni sul Vangelo di sabato 16 ottobre

Sabato 16

Quante volte non sappiamo come difendere la nostra fede! Quante volte ci troviamo a discutere con persone che hanno fatto un’orribile esperienza di Chiesa o con chi, infantile e prevenuto, spara a zero contro i cristiani! Magari ci è capitato durante una cena o in università, o in ufficio: travolti dal giudizio impietoso dagli altri, non abbiamo saputo cosa dire. Spiace per loro ma noi non così abbiamo conosciuto il Signore, e la Chiesa sua sposa. Forse siamo stati fortunati o, più probabilmente, il nostro cuore era ben disposto ad accogliere il Maestro. E poi il dolore che proviamo quando parlano male della Chiesa è un buon segno. Si soffre per ciò che si ama. Animo, anime di Dio: è finalmente giunto il tempo in cui rendere testimonianza della speranza che è in noi, è il tempo di conoscere, di studiare, di osare il Vangelo!

Lc 12,8-12
“Chiunque mi riconoscerà davanti agli uomini, anche il Figlio dell’uomo lo riconoscerà davanti agli angeli di Dio; ma chi mi rinnegherà davanti agli uomini sarà rinnegato davanti agli angeli di Dio.  Chiunque parlerà contro il Figlio dell’uomo gli sarà perdonato, ma chi bestemmierà lo Spirito Santo non gli sarà perdonato.
Quando vi condurranno davanti alle sinagoghe, ai magistrati e alle autorità, non preoccupatevi come discolparvi o che cosa dire; perché lo Spirito Santo vi insegnerà in quel momento ciò che bisogna dire”.