Riflessioni sul Vangelo domenica 17 novembre
Santuario Basilica Nostra Signora di Montallegro sito ufficiale Rapallo

Riflessioni sul Vangelo domenica 17 novembre

domenica 17 novembre

«Le pietre preziose le si chiama così perché costano care» [sant’Agostino]. Quanto spendiamo per le nostre pietre! Il nostro tempo, cantiere della storia, i nostri talenti, serbatoio di autentiche rivoluzioni, i nostri sogni, prefazione alle Promesse di Dio: tutto sacrifichiamo per le nostre pietre. Ma quanto durano le nostre pietre? E quanto è triste una vita tutta spesa a sperare che nulla crolli? Noi amiamo costruire con le nostre pietre, mentre l’Amore è l’unica pietra che costruisce la nostra vita. «Ebbene, colui che ha perso l’Amore, ha perso il valore, è divenuto spregevole. Anche se strombazza la sua cultura, anche se decanta la facondia del suo linguaggio!» [sant’Agostino]. Smettiamola di giocare con pietre che raccontano solo la nostra povertà: scegliamo l’unica Pietra che rende tutto un tesoro immortale.

[PS: temo che la cosa sia più concreta di quanto sembri e ce ne accorgeremo quando dovremmo scegliere per cosa spendere tempo, talenti e sogni già alla fine di questo post...]

+ Vangelo di San Luca [21,5-11]

In quel tempo, mentre alcuni parlavano del tempio, che era ornato di belle pietre e di doni votivi, Gesù disse: «Verranno giorni nei quali, di quello che vedete, non sarà lasciata pietra su pietra che non sarà distrutta». Gli domandarono: «Maestro, quando dunque accadranno queste cose e quale sarà il segno, quando esse staranno per accadere?». Rispose: «Badate di non lasciarvi ingannare. Molti infatti verranno nel mio nome dicendo: “Sono io”, e: “Il tempo è vicino”. Non andate dietro a loro! Quando sentirete di guerre e di rivoluzioni, non vi terrorizzate, perché prima devono avvenire queste cose, ma non è subito la fine». Poi diceva loro: «Si solleverà nazione contro nazione e regno contro regno, e vi saranno in diversi luoghi terremoti, carestie e pestilenze; vi saranno anche fatti terrificanti e segni grandiosi dal cielo.