Riflessioni sul Vangelo sabato 16 novembre
Santuario Basilica Nostra Signora di Montallegro sito ufficiale Rapallo

Riflessioni sul Vangelo sabato 16 novembre

sabato 16 novembre

La porta rimane chiusa: una città intera esce sconfitta dalla sfida di aprirla. Poi ci prova una vedova. Parte svantaggiata, perché porta semplicemente un cuore ferito, una sofferta domanda di giustizia. La porta rimane chiusa. Ci prova nuovamente. Ancora chiusa. Lei ancora lì. E la porta si apre. Perché vince la vedova? Perché è rimasta lì, perché si è fidata più della credibilità della porta che dell’efficacia dei suoi mezzi per aprirla. La porta si apre solo con la fedeltà: la porta è un catalizzatore di domande di fedeltà. Se intorno a te caleranno le tenebre dei dubbi e delle paure, rimarrai fedele alla porta? Se di fronte a te rimarrà un mistero inesauribile, una domanda di salto senza alcuna assicurazione, rimarrai fedele alla porta? Se non potrai più decidere tu i tempi dell’abitare e del viaggiare, se avrai l’impressione di perdere tutto ciò che è tuo, rimarrai fedele alla porta? Quando il Giudice aprirà, quando il Figlio dell’uomo arriverà alla soglia, ti troverà ancora fedele alla porta? Perché solo la fedeltà apre la porta e spalanca l’Incontro.  

+ Vangelo di San Luca [18,1-8]

In quel tempo, Gesù diceva ai suoi discepoli una parabola sulla necessità di pregare sempre, senza stancarsi mai: «In una città viveva un giudice, che non temeva Dio né aveva riguardo per alcuno. In quella città c’era anche una vedova, che andava da lui e gli diceva: "Fammi giustizia contro il mio avversario". Per un po’ di tempo egli non volle; ma poi disse tra sé: "Anche se non temo Dio e non ho riguardo per alcuno, dato che questa vedova mi dà tanto fastidio, le farò giustizia perché non venga continuamente a importunarmi"». E il Signore soggiunse: «Ascoltate ciò che dice il giudice disonesto. E Dio non farà forse giustizia ai suoi eletti, che gridano giorno e notte verso di lui? Li farà forse aspettare a lungo? Io vi dico che farà loro giustizia prontamente. Ma il Figlio dell’uomo, quando verrà, troverà la fede sulla terra?».